9 corridoi europei:

La France non è servita bene.

La lobby Nord-Sud FERRMED accentua ulteriormente la marginalizzazione del versante atlantico; è urgente organizzare la mobilitazione a favore della Via Atlantica, risposta dell'Europa atlantica alla propria integrazione nel continente.

Tecnostrutture: rifiuto costante di effettuare studi sui vantaggi ottenuti dal collegamento tra i corridoi mediterraneo e atlantico. La visione resta troppo parigina e troppo poco europea.

Presentare la lobby Via Atlantica con Portoghesi, Spagnoli, Italiani, Sloveni e Ungheresi, nonché Slovacchi, Austriaci, Tedeschi e Inglesi,

  • nell'ambito della revisione delle TEN-T, la lobby dovrà agire a beneficio dell'ottenimento dei corridoi europei che colmano la carenza francese in materia di struttura a rete europea:
    • corridoio mediterraneo; aggiunta di una ramificazione Lione-Limoges-Angoulème/Poitiers,
    • corridoio atlantico: aggiunta di una ramificazione Poitiers-Nantes-Rennes/Brest/Caen
      Tali ramificazione, oltre alla missione di completare la struttura a rete con una gestione equilibrata del territorio europeo, offrirebbero anche un prolungamento naturale della Torino-Lione e consoliderebbero il GPSO in cui soprattutto la Bordeaux-Spagna incontra un'opposizione che deve essere ridotta con l'apporto di nuove funzionalità grazie alla Via Atlantica
  • favorisce l'emergere del triangolo Rennes/Nantes-Bordeaux-Lione, che potrebbe accogliere un parte della crescita demografica francese attesa nei prossimi 25 anni; i contatti con Lione devono essere mantenuti affinché abbia luogo una prima riunione.
  • coinvolgere i cittadini affinché si approprino del progetto.
  • continuare a chiedere a livello nazionale studi sul Barreau est-ouest, per garantire la continuità della Via Atlantica sul nostro territorio.

Infine, a seguito delle amministrazioni comunali e dei cambiamenti intervenuti, le collettività membri, consapevoli del loro coinvolgimento in un processo a lungo termine a beneficio della loro accessibilità e influenza, hanno confermato fino a questo punto il sostengo politico e l'adesione ad , per consentire quindi una ripresa dinamica nel minor tempo possibile. Il Consiglio d'amministrazione di ritorno eleggerà un nuovo bureau.